Vai a sottomenu e altri contenuti

Progetto Aliens in the sea

Il Progetto ''Aliens in the sea'' nasce nell'autunno del 2017 da un'idea sviluppata da un team di ricercatori che fa capo alla Prof.ssa Anna Maria Mannino dell'Università degli Studi di Palermo.

Il Progetto, che avrà a durata di due anni, nasce sulla scia del Progetto Caulerpa cylindracea Isole Egadi, finalizzato a segnalare la presenza nei fondali egadini di quest'alga verde aliena, proveniente da Australia e Nuova Caledonia.

''Aliens in the sea'', invece, consiste nella raccolta di dati su un gruppo di 19 specie aliene, vegetali e animali, nelle acque siciliane incluse quelle delle piccole isole che la circondano, al fine di seguirne la diffusione e di creare una banca dati su distribuzione e livelli di minaccia. Tra le specie di interesse troviamo, oltre a Caulerpa cylindracea, la medusa Rhopilema nomadica, segnalata nelle acque di Levanzo e Favignana ed il pesce ''Cavedano d'ottone'' Kyphosus vaigensis.

Il Progetto si prefigge, inoltre, l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica e le categorie maggiormente interessate (pescatori, subacquei, diportisti), al problema delle invasioni biologiche attraverso una corretta informazione.

Dato il notevole interesse suscitato in tutto il territorio nazionale, il Progetto accoglie ora anche le segnalazioni provenienti da tutta Italia e in questa ottica di divulgazione e sensibilizzazione il Parco Molentargius -Saline partecipa e promuove all'iniziativa.

Si tratta di un ''Citizen Science Project'' ovvero un Progetto di sensibilizzazione, divulgazione e raccolta dati con il coinvolgimento attivo dei cittadini che si avvale di specifici incontri, social media ed altri canali di informazione.

Per partecipare all'iniziativa, è sufficiente segnalare gli avvistamenti delle specie indicate, con l'invio di dati (ad es. località, data, n. individui, copertura %,profondità,...) e foto attraverso whatsapp, mail, pagina Facebook del Progetto o compilando una apposita scheda scaricabile dalla pagina Facebook, dal sito del Dipartimento STEBICEF dell'Università di Palermo e in allegato al presente articolo. In allegato è anche possibile scaricare un poster informativo sulle specie da segnalare.

Relativamente ai vegetali di interesse si chiede di descriverne, grazie all'ausilio di una cornice di 20×20, la copertura, cioè quanto substrato ricoprono. Nel poster è indicato un range di copertura. Per gli animali si chiede di indicare il numero di individui. E' fondamentale che le informazioni siano corredate da una documentazione fotografica che serve ai fini della verifica delle informazioni.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Poster Formato pdf 494 kb
Scheda Formato pdf 195 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto