Vai a sottomenu e altri contenuti

Affioramenti geologici

Affioramenti geologici

Tutti gli affioramenti geologici presenti all'interno del Parco si trovano nella piana di Is Arenas, essendo il resto del territorio fortemente antropizzato e coperto da specchi d'acqua. Presso tale piana numerosi siti di cava, attualmente dismessi, permettono l'osservazione di depositi costieri, che indicano una rapida sedimentazione legata alla trasgressione marina e alla rielaborazione di sedimenti provenienti dalle conoidi dei fiumi che sfociavano nel golfo di Cagliari.
Le sequenze stratigrafiche più complete si osservano in prossimità del Canale di Basso Fondo, lungo uno spaccato di circa 300m, e all'interno dell'Orto Botanico dove gli affioramenti sono presenti in corrispondenza dei numerosi fronti di cava dismessa per l'estrazione di materiale inerte. Le sezioni sono costituite da banchi di ghiaie sabbiose medio grossolane e sabbie a stratificazione incrociata che testimoniano i processi evolutivi della paleospiaggia, alternati a livelli costituiti esclusivamente da frammenti conchigliari. Lo spessore in affioramento è variabile tra 2÷5 m, ma il suo spessore complessivo è di circa 25÷30 m.
Tali depositi sono attribuiti al Versiliano secondo l'interpretazione riportata nel nuovo foglio geologico al 50.000 (557 Cagliari), mentre sono attribuiti all'ultima fase del Tirreniano (Tirreniano II) dai sostenitori della teoria della Panchina Tirreniana. Allo stato attuale sono in corso approfondimenti e nuove datazioni per poter effettuare una corretta attribuzione di questi affioramenti.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto