Vai a sottomenu e altri contenuti

Come visitare il Parco

Ci sono modi diversi di visitare il Parco, è possibile visitarlo indipendentemente a piedi, in bicicletta oppure usufruire del servizio di visite guidate organizzate dal centro di Educazione Ambientale Molentargius o dalle società operanti nel territorio.

Decalogo del buon visitatore


L'amore per la natura non deve trasformarsi in una forza distruttiva (come avverrebbe se ciascuno cogliesse un fiore, scrivesse il proprio nome su un tronco secolare o gettasse con noncuranza una cartaccia), ma diventare un vero e proprio valore positivo. Il visitatore cosciente rappresenta infatti la più sicura garanzia di salvaguardia del parco.

Il parco è un bene di tutti: conserviamolo anche per coloro che verranno dopo di noi.

1) Informati a fondo sul parco prima e durante la visita: approfondisci i suoi problemi, discuti con le persone interessate, recati ai centri d ta o negli altri punti principali di attrazione e informazione.

2) Quando sei nel parco, cerca di comportarti nel modo più 'ecologico' possibile: consuma poco, disturba meno ancora. Ricorda che rumori, vandalismi e rifiuti sono il biglietto da visita dei maleducati.

3) I veicoli a motore servono per avvicinarsi al parco e percorrerne le arterie fino alle aree destinate a parcheggio: non per entrare nel cuore della natura...

4) Percorri almeno un paio di itinerari naturalistici (a piedi, in bicicletta e in certi casi a cavallo), rispettandone i limiti. Assapora il distacco dalla civiltà moderna e tecnologica e cerca di capire a fondo l'ambiente in cui ti trovi, immedesimandoti nella natura.

5) Non raccogliere fiori, non spezzare rami o incidere tronchi. Non accendere fuochi, potresti causare incendi gravissimi, contribuendo in modo non trascurabile al generale impoverimento dell'ambiente naturale.

6) Non portare con te cani (neppure al guinzaglio), chitarre o radioline, ma piuttosto un binocolo, una macchina fotografica e una mappa, per meglio percepire la realtà che ti circonda.

7) Se hai la fortuna di osservare gli animali selvatici, comportati con rispetto e discrezione. Non schiamazzare, non inseguirli, ma godi nel più assoluto silenzio quei preziosi istanti di contatto con la natura selvaggia, sempre più rara nel mondo, che certamente non dimenticherai.

8) Il personale del parco è duramente impegnato nello svolgimento dei propri compiti: vi sono pochi elementi e moltissimo lavoro. Non tutto può essere quindi perfetto. Cerca di non aggravare i problemi con questioni inutili, e quando puoi fa in mondo di esprimere appoggio e comprensione, che saranno sempre molto graditi.

9) Segnala subito al personale o alla direzione del parco ogni inconveniente di rilievo da te riscontrato, in modo che si possa cercare di intervenire tempestivamente per eliminarlo.

10) Se l'esperienza del contatto con il parco ti è piaciuta, diventa anche tu un difensore della natura. Sono parecchi i modi in cui i pochi che amano la natura possono cercare di contenere o riparare i guasti dei molti che ancora la distruggono o la ignorano...

(derivato dal decalogo del Comitato Parchi Nazionali)

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto