Vai a sottomenu e altri contenuti

Progetti comunitari: cosa sono i Finanziamenti Europei

È necessario partire dai Fondi Comunitari - ovvero le risorse finanziarie del Bilancio dell'Unione Europea - per comprendere che queste risorse finanziarie vengono gestite con due modalità differenti.

Si possono infatti distinguere due tipologie di Fondi Europei:

  1. I Fondi gestiti direttamente dalla Commissione Europea
  2. I Fondi la cui gestione è demandata agli Stati Membri attraverso le loro Amministrazioni centrali e periferiche.

Nel caso dei Fondi Europei a gestione diretta è la Commissione Europea, o una sua Agenzia delegata, che eroga i fondi direttamente agli utilizzatori finali, attraverso la partecipazione ai Bandi pubblicati periodicamente sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea (GUUE) o dalle singole D.G. della Commissione Europea, nei diversi settori di attività.

Questa tipologia di Fondi segue due procedure di aggiudicazione distinte:

  1. la sovvenzione ('call for proposal')
  2. il bando di gara ('call for tender')

I Fondi Europei che utilizzano la procedura della sovvenzione sono quelli più utilizzati e con procedure applicative più accessibili, malgrado l'ammontare delle risorse finanziarie gestite tramite bandi di gara risulti nettamente superiore rispetto a quello stabilito per le sovvenzioni.

La partecipazione dei Paesi associati ai Programmi Comunitari mira a familiarizzare questi Paesi con i metodi e le politiche dell'Unione Europea: in tal senso, le modalità e le condizioni di partecipazione dei Paesi a questi strumenti sono elaborate dalla Commissione e da ogni Paese per ogni singolo Programma.

I Fondi Europei gestiti direttamente da Bruxelles possono essere richiesti da persone giuridiche (pubbliche o private) stabilite negli Stati Membri dell'UE o appartenenti ad altri paesi che partecipano ai Programmi Europei di riferimento, quali ad esempio: Enti Locali, Imprese, Università, Centri di Ricerca, ONG, Camere di Commercio, Enti di Formazione, Parti sociali, Associazioni di categoria, etc.

Le P.A. che intendono presentare iniziative progettuali per l'ottenimento di sovvenzioni comunitarie si orientano sulla pubblicazione semestrale e/o annuale di avvisi. generalmente tramite inviti a presentare proposte (call for proposal) ai quali si concorre per l'attribuzione di risorse finanziarie assegnate a titolo di co-finanziamento.

Si tratta di finanziamenti essenzialmente tematici con obiettivi specifici — ambiente, ricerca, formazione — concepiti e attuati dai vari dipartimenti della Commissione Europea o dalle Agenzie esecutive.

Nel caso di Enti e Istituzioni (pubbliche e private) inserite in ambiti specifici di produzione e in cerca di un ulteriore sbocco per l'erogazione dei propri servizi ci si rivolge agli appalti pubblici per ottimizzare le procedure amministrative e consentire l'applicazione dei programmi comunitari nei settori più strettamente commerciali.

Il procedimento di aggiudicazione passa in questo caso attraverso gare d'appalto (call for tenders) finalizzate all'acquisto di:

  • beni (mobili, attrezzature informatiche, forniture per uffici, pubblicazioni, articoli promozionali, ecc.),
  • servizi (studi, valutazioni, attività di formazione, consulenze, ecc.)
  • lavori (opere).

I Programmi di coperazione internazionale che prevedono l'erogazione di risorse finanziarie attraverso la pubblicazione di bandi (call for proposal) sono:

  • Il Programma di Cooperazione Transnazionale MED, volto a garantire il principio di sviluppo sostenibile tra i Paesi dell'Area Mediterranea;
  • Il Programma di Cooperazione Transfrontaliera ITALIA - FRANCIA MARITTIMO, che coinvolge le Regioni più importanti del quadrilatero marittimo: Toscana, Liguria, Sardegna e Corsica, per il miglioramento delle relazioni tra le aree transfrontaliere assicurando la coesione dei territori e l'accrescimento della competitività;
  • Il Programma LIFE+, per la protezione e valorizzazione ambientale, rivolto sia a Paesi dell'area UE che extra UE, teso a salvaguardare la biodiversità e a creare più idonee condizioni di tutela dell'ambiente animale e vegetale;
  • Il Programma INTERREG IVC, per la cooperazione territoriale europea delle politiche dei Fondi Strutturali 2007-2013, volto a migliorare l'efficienza delle politiche di sviluppo regionali e locali che comprende tutti gli Stati Membri dell'UE, più la Svizzera e la Norvegia;
  • Il Programma ENPI CBC - Politica Europea di Vicinato, atto ad incentivare la cooperazione tra Regioni e la condivisione di valori comuni (people to people) nello scambio di attività sociali, culturali, educative ed ambientali che coinvolge 117 Regioni appartenenti a 17 Stati diversi. La Regione Sardegna è, in quest'ambito, l'Autorità di Gestione del Programma.

Nel quadro della Programmazione Comunitaria, il Consorzio del Parco ha presentato proprie iniziative progettuali.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Scheda Progetti Parco finanziati con fondi Comunitari Formato pdf 258 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto