Vai a sottomenu e altri contenuti

Flora

La componente floristica del Parco è quanto mai varia ed eterogenea.
La diversità biologica deve essere attribuita ai diversi ecosistemi che compongono il comprensorio, dovuti alla differente concentrazione dei sali nei substrati sui quali vegetano le piante (acque e terreni). Si passa dalle acque dolci del ''Bellarosa minore'' e del ''Perdalonga'' a quelle salate o soprassalate del ''Bellarosa maggiore'', dello ''Stagno di Quartu'' e delle vasche salanti ed evaporanti e delle Saline.
La striscia di ''Is Arenas'', vecchia duna fossile, trovandosi al centro del Parco, risente dell'aerosol salmastro, sia che soffi vento di mare che vento di terra.

Gli ambienti dulciacquicoli


Gli ambienti dulciacquicoli sono caratterizzati da vaste estensioni di Cannuccia di palude (Phragmites australis (Cav.) Trin. ex Steud. s.l.) e Tifeti (Thypha angustifolia L. e Thypha latifoglia L.) insieme alle specie idrofile come le Lenticchie d'acqua (Lemna gibba e Lemna minor) e frequenti incursioni di Fieno di mare (Ruppia marittima L.), comune anche nelle pozze d'acqua salmastra. Estremamente varia ed eterogenea risulta la flora di questi ambienti. Particolarmente significativa risulta la presenza delle specie annuali, indicatrici di un'elevata aridità, Glebionis coronaria (L.) Spach, Eruca vesicaria (L.) Cav., Galactites elegans (All.) Soldano, Chenopodium urbicum L., Mercurialis annua L., Anagallis arvensis L. subsp. arvensis, ecc.

Gli ambienti salmastri


Negli ambienti con elevati livelli di salinità, invece, possiamo rinvenire essenze tipicamente alofile. Ben rappresentate risultano le diverse salicornie quali Arthrocnemum macrostachyum (Moric.) Moris, Sarcocornia perennis (Mill.) A.J. Scott. che, in funzione dei diversi gradienti di salinità, formano delle tipiche praterie compenetrandosi con altre specie caratteristiche come Suaeda vera J. F. Gmel.e Atriplex portulacoides L. Tra le salicornie poi una nota a parte meritano Halopeplis amplexicaulis (Vahl) Ces., Pass. & Gibelli e Halocnemum strobilaceum (Pallas) M. Bieb., in quanto iscritte nella ''Lista rossa'' delle piante in pericolo di estinzione, localizzate ormai in pochissime località costiere.

Le specie d'interesse

Il risultato delle ricerche condotte dagli esperti del Parco sulla flora ha portato all'individuazione delle specie di particolare interesse fitogeografico all'interno del contingente floristico. Le entità endemiche determinate sino ad oggi sono:
Delphinium longipes Moris,
Euphorbia pithyusa L. subsp. cupanii (Guss. ex Bertol.) Radcl.-Sm.,
Helichrysum microphyllum (Willd.) Camb. subsp. tyrrhenicum Bacch., Brullo & Giusto,
Limonium dubium (Guss.) Litard.,
Limonium glomeratum (Tausch) Erben,
Limonium retirameum Greuter & Burdet subsp. caralitanum (Erben) Arrigoni,
Linaria flava (Poir.) Desf. subsp. sardoa (Sommier) A. Terracc.,
Lotus cytisoides L. subsp. conradiae,
Nigella arvensis L. subsp. glaucescens (Guss.) Greuter & Burdet,
Polygonum scoparium Req. ex Loisel.

Oltre agli endemismi, sono da segnalare alcune specie iscritte nelle ''liste rosse'' delle specie italiane che corrono pericoli di estinzione:
Cynomorium coccineum L. subsp. coccineum - Pianta parassita ed unico rappresentante del suo genere in Italia, è presente solo in Sicilia e Sardegna, citata per errore in Toscana e non più ritrovata in Basilicata.
Halocnemum strobilaceum (Pall.) M. Bieb. - Specie alofila localizzata in pochissime località costiere dell'Emilia, della Toscana, della Sicilia e della Sardegna.
Halopeplis amplexicaulis (Vahl) Ces., Pass. et Gibelli - Tipica pianta delle saline abbandonate, terreni argillosi litoranei secchi, fessurati, con presenza di cristalli di cloruro di sodio, in Italia è rimasta solo in Sicilia e Sardegna; la conservazione di questi ambienti è essenziale per la salvaguardia della specie.
Limonium avei (De Not.) Brullo & Erben - Specie iscritta nelle liste IUCN come minacciata, è presente in Sardegna, Sicilia e Liguria.
Linaria flava (Poir.) Desf. subsp. sardoa (Sommier) A. Terracc., oltre ad essere un endemismo Sardo-Corso è anche iscritta nelle liste rosse. Inoltre è specie di interesse comunitario e come tale è inclusa, come non prioritaria, nell'allegato II della DIRETTIVA 92/43/CEE ''Habitat''.
Parapholis marginata Runemark - Specie iscritta nelle liste IUCN come vulnerabile, è presente in Sardegna solo nel Molentargius.
Salicornia emerici Duval-Jouve - Specie degli ambienti salmastri iscritta nelle liste IUCN come vulnerabile in Sardegna.
Salicornia patula Duval-Jouve - Specie degli ambienti salmastri iscritta nelle liste IUCN come a basso rischio di estinzione in Sardegna.